Se non si mangia glutine prima degli esami

Buongiorno, Ho appena fatto gli esami del sangue ma mi è sorto un dubbio (le informazioni su internet mi confondono) vi racconto in breve la mia storia. Avevo problemi intestinali e mi è stata diagnisticata la gastrite e reflusso ho iniziato a prendendere delle medicine al mattino e le prime due settimane sono stata meglio. successivamente sono peggiorata e stavo addirittura peggio di quando ho inizato la cura. Stavo per tornare dal medico quando mi sono accorta che non avevo mangiato alimenti con il glutine per 2 gg e stavo meglio così ho fatto la prova di una settimana (non dieta rigida infatti utilizzavo le stesse padelle ecc) e la mia salute ne ha giovato. Ho rincominciato a mangiare glutine e sono peggiorata di nuovo così torno dal medico e gli racconto tutto. Lo convinco a farmi fare gli esami, nonostante lui sia convinto che soffro di colon irritabile. il dilemma che mi affligge è il seguente: possono i risultati essere sfalsati dopo una settimana di "dieta" e aver fatto gli esami dopo 4 gg avendo reintrodotto il glutine?

 
      Gentile Signora, una settimana di dieta senza glutine non inficia gli esami per la celiachia, occorrono diversi mesi, da  sei mesi a un anno. Il fatto che Lei abbia avuto beneficio dalla soppressione del glutine può significare che è affetta da celiachia, e saranno gli esami a dimostrarlo, oppure che è affetta da una condizione chiamata "sensibilità al glutine" non celiaca, In ambedue i casi, molto più nel caso della celiachia, la terapia è l'abolizione del glutine dalla dieta. Tanti saluti e auguri dr. Gino Zambaldi.