Diagnosi ed esenzione esami

 

La diagnosi di celiachia viene effettuata da un gastroenterologo della ASL, al quale il paziente deve essere indirizzato da parte del suo medico di base una volta considerati i sintomi.

Centri abilitati alla certificazione di Trento e Rovereto (Ambulatori dedicati)

 

Come vi si accede

- Contattare la segreteria della sede di Trento dell'U.O. di Gastroenterologia (telefono 0461.903954), anche i pazienti che preferissero utilizzare l'ambulatorio presso l'Ospedale di Rovereto.

- Il paziente verrà messo in contatto con un'infermiera dedicata, la quale verifica la completezza dei dati direttamente da SIO (Sistema Informativo Ospedaliero) o via fax.

- Se i dati sono incompleti, verranno suggeriti, previo eventuale consulto con i medici referenti, i necessari approfondimenti con l'obiettivo di ridurre al minimo gli accessi all'ambulatorio.

- Verrà quindi programmata la visita ambulatoriale (entro 30 giorni)

- Le sedi degli ambulatori sono Trento, Palazzina Crosina Sartori via Gocciadoro 82, secondo piano, e Rovereto in Gastroenterologia al primo piano, Ospedale S. Maria del Carmine, corso Verona 4.

 

Modalità di svolgimento della visita

- L'accesso dei pazienti all'Ambulatorio avviene con impegnativa MMG visita gastroenterologica.

- Alla conferma del sospetto diagnostico verrà rilasciato il certificato di esenzione, indicazioni per ricevere il contributo economico per l'acquisto degli alimenti senza glutine ed altri suggerimenti.

- Nella stessa giornata si svolgerà la valutazione dietologica specifica

- Nel caso di diagnosi incerta verranno suggeriti eventuali approfondimenti con rivalutazione successiva del caso.

-In caso di esclusione di malattia celiaca verranno comunque fornite eventuali altre indicazioni terapeutiche e/o diagnostiche.

-Nell'ambito dell'ambulatorio verrà poi programmata la prima visita di controllo per i pazienti con nuova diagnosi con eventuali accertamenti mancanti.

-Verranno presi in carico inoltre i pazienti "non-responders" alla terapia dietetica (o con problemi particolari inerenti la malattia celiaca).

 

I codici

Qualora attraverso gli esami ematici e la biopsia la diagnosi venga confermata il gastroenterologo consegna al neo diagnosticato un modulo in cui viene emesso il codice 059.

Con tale modulo il neo diagnosticato deve recarsi nel distretto sanitario di residenza dove viene emessa la tessera con l'esenzione.

Il codice 059 è un codice chiuso, quindi l'esenzione esami è esclusivamente successiva alla diagnosi e solo per gli esami riportati nel presente allegato.

Solo per i pochi casi di celiachia refrattaria -in quanto ancora malattia rara il cui codice rimane 060- ci si deve recare a Villa Igea, presso il Centro Malattie Rare in via Malta 16 a Trento.